Home > Blog > Nuove regole di trasparenza Covip

Blog Mefop

Nuove regole di trasparenza Covip

01/02/2021 - Lorenzo Ciceronessun commento

Nell’ottica di un allineamento della regolamentazione di vigilanza al quadro normativo di settore novellato dalla riforma dovuta al recepimento della direttiva IORP2, l’Autorità ha emanato un nuovo Regolamento sulle modalità di adesione e ha regolato tutta la materia della trasparenza con un documento denominato “Istruzioni di vigilanza in materia di trasparenza”.

Contestualmente Covip ha predisposto degli esempi editabili aggiornati di Nota informativa, di modulo di adesione e di comunicazioni agli iscritti e beneficiari, distinti per tipologie di fondo pensione.

Adesione e Trasparenza

La nuova disciplina sulle regole di adesione riguarda tutti i fondi pensione rispetto ai quali siano possibili (anche per singole sezioni) nuove adesioni e quindi: fondi negoziali, fondi aperti, piani individuali pensionistici (PIP) e fondi preesistenti in regime di contribuzione definita o con una sezione a contribuzione definita.

È dunque venuta meno l’eccezione relativa ai fondi preesistenti con un numero di iscritti attivi inferiore a 5000 unità.

Alcune regole si applicano, in quanto compatibili, a fondi pensione europei autorizzati a raccogliere adesioni in Italia.

Il nuovo regolamento per la raccolta delle adesioni è in vigore dal 1° maggio 2021. Conseguentemente per le adesioni raccolte fino al 30 aprile occorre rispettare le regole previgenti. Inoltre, fino al 30 maggio 2021 (30 giugno 2021 per fondi preesistenti con modello gestionale in tutto o in parte di tipo assicurativo) è comunque consentito raccogliere adesioni sulla base dei documenti informativi predisposti secondo la normativa previgente.

Anche le nuove disposizioni sulla trasparenza infatti entrano in vigore il 1° maggio 2021; tuttavia il termine per la predisposizione della Nota informativa secondo le nuove regole e per l’invio del Prospetto delle prestazioni pensionistiche - fase di accumulo (che è la nuova denominazione della comunicazione periodica) per il 2021 è stato spostato dal 31 marzo al 31 maggio (ed entro lo stesso termine la Nota è depositata presso la Covip) come precisato nel Comunicato stampa Covip del 5 gennaio 2021.

Per i fondi preesistenti con modello gestionale, in tutto o in parte, di tipo assicurativo, il termine ultimo è fissato al 30 giugno 2021.

Decorsa questa prima fase (dal 2022 in poi) i termini per il deposito annuale della nota informativa e per l’invio del prospetto delle prestazioni pensionistiche – fase di accumulo è fissato al 31 marzo di ogni anno (entro un mese dall’approvazione del bilancio e comunque non oltre il 30 giugno per fondi preesistenti con modello gestionale, in tutto o in parte, di tipo assicurativo).

Le principali novità in tema di raccolta delle adesioni riguardano la documentazione da consegnare obbligatoriamente all’atto della iscrizione e cioè: modulo di adesione, Parte I della Nota informativa (comprendente il prospetto “Quanto riceverai quando andrai in pensione versione standardizzata” che sostituisce il precedente documento “La mia pensione complementare”) e l’appendice “Informativa sulla sostenibilità”.

È precisato che il questionario di autovalutazione per la scelta del comparto non deve essere compilato in caso di adesione del minore e che in caso di contestuale iscrizione ad altro fondo la scheda costi di quest’ultimo fondo deve sottoscritta dall’aderente in ogni sua pagina e consegnata all’incaricato della raccolta delle adesioni.

Altra novità da inserire per tutti i fondi nel modulo di adesione riguarda la possibilità per il fondo di avvalersi della clausola risolutiva del rapporto di partecipazione per posizioni che risultino prive di consistenza.

Le Istruzioni di Vigilanza in materia di trasparenza sono riportate in un documento unico suddiviso in sei sezioni:

  • Sezione I – Disposizioni di carattere generale
  • Sezione II – Gli annunci pubblicitari
  • Sezione III – La Nota informativa per i potenziali aderenti
  • Sezione IV – Disposizioni in materia di comunicazioni agli aderenti e ai beneficiari
  • Sezione V – Disposizioni sulle proiezioni pensionistiche
  • Sezione VI – Siti web, tecnologie informatiche e rapporti con gli aderenti

Nota informativa e attività telematiche

Relativamente alla Nota informativa il nuovo schema (diviso in 2 parti anziché le precedenti 4 sezioni) comprende:

  • Parte I - Le informazioni chiave per l’aderente (comprensiva della scheda I costi e della scheda I destinatari e i contributi per negoziali e preesistenti) che assorbe il documento «La mia pensione complementare versione standardizzata» riportando la tabella «Quanto potresti ricevere quando andrai in pensione»
     
  • Parte II - Le informazioni integrative (comprensiva della scheda “Le opzioni di investimento” e della scheda “Le informazioni sui soggetti coinvolti”). Il modulo di adesione resta parte integrante della nota.

I nuovi prospetti di comunicazione agli aderenti e beneficiari relativi alle liquidazioni andranno adottati a decorrere dal 1° maggio 2021.

Le regole relative alla implementazione delle attività telematiche hanno tempistiche di attuazioni diverse: la predisposizione dell’area pubblica del sito va effettuata entro il 28 febbraio prossimo mentre per l’implementazione dell’area riservata è concesso un termine più ampio e cioè giugno 2022.

Approfondimenti

I temi saranno oggetto di approfondimento nel corso della riunione dei fondi pensione soci Mefop, che si terrà l’8 febbraio 2021.  

Per approfondimenti, si vedano le pillole Mefop:

n.138 - Adesione e Collocamento - Nuove regole Covip per il 2021 

n.139 - Istruzioni in materia di ​Trasparenza con tabelle riepilogative dell’ambito di applicazione delle varie regole e delle relative scadenze

n.141 - Adempimenti Covip per il sito web

 

Categorie: Fondi pensione Temi: Diritti e prestazioni
  • Lorenzo Cicerocicero@mefop.it

    In Mefop dal 2008. Avvocato. Laureato in Giurisprudenza. È responsabile della consulenza e della formazione in materia legale, nonché del servizio Pillole. Collabora alla redazione delle pubblicazioni giuridiche.

LASCIA UN COMMENTO

Mefop è aperta ai commenti degli utenti (non più di 1.500 caratteri). Non verranno pubblicati i messaggi chiaramente ingiuriosi. Leggi l'informativa sulla privacy

Il campi segnalati da (*) sono obbligatori