Home > Blog > Documento per la gestione dei conflitti di interesse: è tempo di adeguarsi

Blog Mefop

Documento per la gestione dei conflitti di interesse: è tempo di adeguarsi

04/04/2016 - Paolo Pellegrininessun commento

Manca poco alla scadenza del termine per adeguarsi al d.m. 166/2014. Entro il 28 maggio, infatti, i fondi pensione dovranno aver adattato la propria politica degli investimenti alle nuove disposizioni. Entro la stessa data, inoltre, dovranno aver  adottato il Documento per la gestione dei conflitti di interesse in conformità alle nuove norme (articoli 7, 8 e 9 del d.m. 166/2014).

A partire dalla scorsa estate, Mefop ha avviato un tavolo di confronto aperto agli addetti ai lavori e alle associazioni di categoria per l’esame della disciplina dei conflitti di interesse e la predisposizione di una prima bozza di un documento tipo per la gestione dei conflitti di interesse cui i fondi possano ispirarsi.

L’attività ha visto la predisposizione di un primo documento, sulla base del quale vi è stato un confronto con gli operatori. Raccolte tutte le indicazioni emerse, si è infine divulgato un documento finale ed un fac-simile di Documento per la gestione dei conflitti di interesse.

Quali sono le parti ideali del Documento per la gestione dei conflitti di interesse?
Dal tavolo di confronto è emerso un esempio strutturato con diverse sezioni.

Naturalmente il Documento rappresenta uno strumento descrittivo delle modalità con cui il fondo pensione gestisce i conflitti di interesse, che poi trovano concreta attuazione nelle procedure organizzative che il fondo ha adottato.
Quanto ai soggetti istitutori di fondi privi di autonoma soggettività giuridica (fondi aperti, Pip e fondi interni), è possibile elaborare un autonomo Documento ovvero adeguare il Documento in essere presso il soggetto istitutore.

Una volta adottato il Documento, poi, occorrerà trasmetterlo tempestivamente a Covip, segnalando di volta in volta eventuali situazioni nelle quali le misure adottate non risultino in concreto idonee ad escludere che il conflitto possa recare pregiudizio agli aderenti, unitamente alle valutazioni effettuate in relazione al caso concreto.

PER APPROFONDIRE

Linee Guida per l’elaborazione del Documento per la gestione dei Conflitti di interesse - Documento per la discussione e Fac-simile Documento sulla politica di gestione dei Conflitti di interesse 

DM Economia e Finanze 2 settembre 2014, n. 166

“Documento per la gestione dei conflitti di interesse: istruzioni per l’uso” di Paolo Pellegrini in Osservatorio Giuridico n. 38

 

Categorie: Fondi pensione Temi: Gestione finanziaria

LASCIA UN COMMENTO

Mefop è aperta ai commenti degli utenti (non più di 1.500 caratteri). Non verranno pubblicati i messaggi chiaramente ingiuriosi. Leggi l'informativa sulla privacy

Il campi segnalati da (*) sono obbligatori